Nistoc

Nistoc

Nistoc

L’appuntamento più importante organizzato dall’Associazione è costituito dalla rassegna estiva:

NISTOC – Una montagna di musica

L’Associazione Artemusica Nistoc nasce nel 2003 su iniziativa di un gruppo di volontari uniti dalla stessa passione per la musica e per le espressioni culturali legate al territorio,con lo scopo di  promuovere attività innovative che siano polo di attrazione e coinvolgimento per giovani, sia sul piano della valorizzazione dei talenti, sia per la qualificazione dell’offerta culturale a loro destinata.

Da qui il Festival “Nistoc – una montagna di musica” che propone di offrire al pubblico una serie articolata di concerti, affiancando a grandi interpreti giovani artisti emergenti locali. Si tratta di quattro giorni di musica dal vivo, di generi e gruppi diversi. Si va dal blues classico al rock blues, dal folk blues all’etnico con l’avvicendarsi sul palco di gruppi di elevato livello qualitativo a carattere nazionale ed internazionale.

I concerti si svolgono all’aperto  nella zona dell’entroterra collinare di Sulzano (località Nistisino – da cui il festival trae il nome), in uno stupendo terrazzo naturale da cui si domina il lago d’Iseo: buona musica in libertà a contatto con la natura aperto ad un pubblico di tutte le età.

La manifestazione ha carattere gratuito e si pone l’obbiettivo di creare uno spazio aperto ai musicisti di primo piano, sia locali che non, affiancati da numerosi gruppi emergenti che possono provare l’ebrezza del palco. La scelta del luogo, all’aperto in mezzo ai prati in collina rende l’atmosfera maggiormente coinvolgente e consente a tutti di assaporare il meglio delle esibizioni e riscoprire nel contempo la bellezza dei nostri luoghi.

La dedica

Come da tradizione del festival, ogni anno l’Associazione decide di dedicare la “quattro giorni concertistica” a un artista a cui i gruppi che si esibiscono si ispirano per i brani musicali delle serate.

 

Il Nistocchino

Il sabato e la domenica sono dedicati ai gruppi emergenti del nostro territorio bresciano, ai quali viene data la possibilità di esibirsi su un palco secondario. Si dà spazio a tre gruppi ciascun pomeriggio, gruppi che vengono ascoltati e “giudicati” da alcuni degli organizzatori del festival, in particolare chi cura la parte artistica di tutta la manifestazione, e dai musicisti presenti nei quattro giorni.

Lo scopo del “nistocchino”, così è stato soprannominato questo “evento nell’evento”, non vuole essere però un mero concorso musicale, dove “vince il più bravo”, ma vuole essere in primo luogo uno spazio apposito per i musicisti per potersi esprimere musicalmente e per permettere al pubblico di ascoltare e conoscere anche la musica di artisti emergenti meritevoli.

 

Le “Attività collaterali”

Per i bambini inoltre sono previsti momenti ludici con il sostegno e l’intrattenimento di alcune volontarie dell’Associazione che si occuperanno di allietare il piccolo pubblico con giochi, il classico “trucca bimbi”, e tutta una serie di attività a loro dedicate.

Come ogni anno poi, una parte dell’area in cui si terrà il festival sarà dedicata a bancarelle espositive di prodotti di artigianato locale e non, in particolare strumenti musicali realizzati a mano, piccoli manufatti tessili, bijoux ecc ecc.

 

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress
Seguiteci sulla nostra pagina di Facebook.Clicca